24
Ago

IL GIORNALE D’ITALIA – Al Vittoriale arrivano gli eventi notturni, con installazioni artistiche e sound design

Di notte al museo, si può: dal 2 al 16 settembre il Vittoriale degli Italiani ospiterà Hedoné, un sorprendente percorso serale a cura di Scena Urbana in grado di coniugare installazioni artistiche e sound design inediti, valorizzando gli elementi naturali della casa museo di Gabriele d’Annunzio. Hedoné sarà un evento open air e multisensoriale: i visitatori potranno ammirare l’intero parco dannunziano in una versione notturna nuova ed esclusiva. Con questo progetto il Presidente Giordano Bruno Guerri sceglie di chiudere la stagione estiva del Vittoriale, ricca di musica, spettacolo e arte, con un viaggio evocativo ed immersivo. Ogni sera dall’Anfiteatro si potrà ammirare uno dei più spettacolari panorami del Lago di Garda. A seguire, il viaggio avrà inizio tra opere che racconteranno arte, amore e segreti del Vate, poeta dalla “vita inimitabile”. Cinque installazioni si snodaneranno lungo il parco, utilizzando linguaggi artistici contemporanei e tecniche multimediali per raccontare la figura di d’Annunzio. Si comincia con Pan, una video installazione sul tema del rapporto uomo-natura, il panismo, affidata all’artista visivo Enrico Ranzanici con musiche di Simone Lombardi, trasformerà il roseto in una cornice dinamica. Poi ecco Duse, la divina, una video proiezione 3d sull’acqua dedicata alla musa ispiratrice di d’Annunzio, che per la prima volta apparirà al Vittoriale in uno dei suoi luoghi più suggestivi: il Laghetto delle Danze, curata da Dario Pasotti e Anna Berna, accompagnata dalle musiche di Martino Rappelli e Mattia Gabbriellini del Dipartimento di Composizione del Conservatorio di Musica “Mascagni” di Livorno. Una danza di particelle evocherà la grande attrice fino alla sua apparizione finale. Vate, nella Valletta dell’Acqua Savia, una passeggiata intima sarà realizzata con più elementi: un’illuminazione ambientale, la poesia La pioggia nel Pineto, interpretata da Luciano Bertoli, ed un video mapping tree curato da Dario Pasotti e Riccardo Angarano. Ardore, affronterà il tema del coraggio dell’uomo. Un light show del light designer Lorenzo Polimeno che trasformerà la Nave grazie a texture e colori, sulle note incalzanti dell’Olandese Volante di Richard Wagner. Sopra le mie sorti andrà in scena al Mausoleo, attraverso una perfetta architettura circolare valorizzata da luci dinamiche che diventa un momento di raccoglimento e riflessione sulla vita oltre la morte. Il light show teatralizzato è affidato al light designer Stefano Mazzanti, con la drammaturgia di Daniela Visani e la colonna sonora di Gabriele Ponticello.

Leggi articolo